Katyn



Con il  patto Ribbentrop- Molotov  firmato a Mosca il 23 agosto del 1939- formalmente un accordo  “ di non aggressione”- la Germania nazista   e l’ Unione Sovietica, in base ad alcuni protocolli segreti, si spartiscono la Polonia. Le divisioni corazzate  tedesche attraversano il confine il 1° settembre; l’Armata Rossa , “ per offrire una mano fraterna al popolo polacco”, sedici giorni dopo. E senza dichiarazione di guerra.
Nel febbraio del 1943, i corpi in decomposizione di più di quattromila  ufficiali e soldati polacchi abbattuti con un colpo di pistola alla nuca furono scoperti dagli occupanti tedeschi nei pressi di  Katyn, in Bielorussia. Le fosse di Katyn vennero subito trasformate dalla Germania nazista  in un’ arma politica per seminare zizzania fra gli Alleati e per screditare  l’Unione Sovietica. Che a sua volta reagì, accusando della strage i nazisti.
Katyn? Un’operazione condotta male, da dilettanti, commenterà, nell’immediato dopoguerra, con il cinico linguaggio dei militari sovietici , il capo del KGB ed ex ufficiale dell’NVKD,  Ivàn Serov.
“Dilettanti” sovietici o “dilettanti” tedeschi?

Leggi l’articolo

Advertisements

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: